Elettrodomestici: questa è la minaccia numero uno, ti fa spendere un casino

Gli elettrodomestici sono a nostro servizio, proprio per renderci la vita di tutti i giorni più agevole. Ma occhio ai consumi, è lei la minaccia numero uno. 

Consumi assurdi elettrodomestico
elettrodomestici cucina – Pixabay

I TRE ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Per quanto concerne il mondo dei consumi sappiamo bene come oggi più di ieri dobbiamo stare attenti e monitorare costantemente è un’esigenze impellente. Il motivo è visibile ai nostri occhi: il costo della vita è aumentato. Una situazione ovviamente incresciosa a cui dobbiamo porre un freno per evitare che tutto possa andare al di sopra delle nostre aspettative.

Particolare attenzione alle bollette della luce che stanno arrivando a livelli assurdi divenendo ad oggi il nemico numero uno degli italiani. Come fare per evitare delle disattenzioni  prima che diventino letali? Certamente conoscere la capacità energivora di tutto ciò che abbiamo in casa, in primis gli elettrodomestici è un ottimo punto di partenza.

Elettrodomestici energivori, occhio a LEI: consuma tantissimo

Elettrodomestico energivoro
lavastoviglie aperta – Pixabay

Tutti crediamo che esistono elettrodomestici che consumano piu’ energia rispetto ad altri, pensiero diffuso e che ha ovviamente la sua fonte di verità. Ma facciamo male i conti e questo nessuno ce lo viene a dire perché forse non si sa. Andiamo avanti per idee e pareri diffusi ma siamo sicuri che siano attendibili? Non sempre è così.

Basta infatti procedere ad un piccolo controllo per vedere che la realtà è del tutto diversa. Si crede infatti che l’elettrodomestico che consuma tanto sia il climatizzatore in realtà la medaglia d’oro spetta alla lavastoviglie. E’ lei che consuma di più divenendo quindi la causa numero uno per quanto riguarda l’aumento delle bollette.

Si dice infatti che per un lavaggio completo consumi in media 2,5 kWh anche se la tecnologia ha fatto in modo che si riducesse tale entità predisponendo dei modelli che prevedono un consumo pari a 1,2 fino a 1,8 kWh, ma se ci pensiamo è comunque pari al doppio rispetto al climatizzatore, il sospettato numero uno sino ad ora.

Vi è tuttavia un piccolo dettaglio atto a spiegare l’origine dell’equivoco, ovvero che a fine mese sarà il climatizzatore a prevedere un esborso di 31,00 euro rispetto ai 20,00-25,00 della lavastoviglie ma solo perché la lavastoviglie viene usata in media 3 ore al giorno – due lavaggi completi – contro le 8 ore di climatizzatore. Ecco che pertanto bisogna stare attenti e controllare bene che ogni lavaggio venga fatto in maniera consona senza lasciare la lavastoviglie semivuota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *